Cronaca

La fonte di Cenerente risorge dall'abbandono: ripulita e riportata a nuova vita

Ci scrive il lettore Paolo Passerini: "Con gli amici dell'Associazione culturale Monti del Tezio ci siamo attivati per ridare la visibilità, e la dignità che merita"

Un’altra battaglia di PerugiaToday andata a buon fine. A tutela della storia e dell’identità del nostro territorio. Ci scrive il lettore Paolo Passerini: “Con gli amici dell'Associazione culturale Monti del Tezio ci siamo attivati per ridare la visibilità, e la dignità che merita, ad un reperto storico importante come la fonte collocata sulla strada che scende verso Cenerente, sulla quale lei ha scritto per PerugiaToday  un  interessante articolo”.

Prosegue: “Su nostra richiesta, l'Agenzia Forestale Regionale, nei giorni scorsi, ha provveduto a rimuovere la vegetazione infestante che  l'aveva completamente ricoperta. Come si può vedere nelle foto allegate (scattate in occasione della visita fatta insieme all'amico, professor Aldo Frittelli), le condizioni della struttura si presentano alquanto precarie, sia per gli enormi accumuli di calcare che per alcune parti mancanti nel bordo della vasca”.

Ma ecco la buona notizia: “La persona che appare nelle foto – con sorpresa l’abbiamo trovata al nostro arrivo – era intenta a rimuovere parte delle incrostazioni calcaree e ci ha riferito che ciò rientra nell'intento della famiglia Borgarelli, proprietaria del terreno confinante, di recuperare al meglio questo importante reperto”.  Aggiunge il lettore: “Ho avuto un contatto telefonico con la signora Gaia Borgarelli: ha gradito le informazioni che ho potuto fornirle in proposito e ha proposto di incontrarci per esaminare ulteriori sviluppi”.

La notizia più interessante (sulla quale convergeranno le intenzioni dei Borgarelli e quelle dell’Associazione Monti del Tezio) è scaturita dall’impegno del signor Passerini: consiste nell’ idea di creare un sentiero interno che colleghi la fonte suddetta all'altra esistente lungo la strada del "Torrione" che sale verso San Marco. Una riscoperta, una valorizzazione, un modo per ridare senso al recupero di manufatti storici dimenticati e alla tutela del paesaggio, troppo spesso negletto. Un successo della storia, della cultura e del nostro giornale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fonte di Cenerente risorge dall'abbandono: ripulita e riportata a nuova vita

PerugiaToday è in caricamento