Follia dopo l'incidente: non vogliono firmare il Cid e aggrediscono i carabinieri

Dall'incidente sono nati cinque procedimenti giudiziari per diffamazione e abuso d'ufficio

Un incidente stradale, una famiglia “rumorosa”, un Cid non compilato e quattro processi collegati per un fatto di poco conto.

La vicenda nasce dopo un tamponamento vicino a Castiglion del Lago. Il conducente che ha tamponato si assume la responsabilità e vorrebbe compilare il Cid. Il tamponato vuole l’intervento della forza pubblica e i rilievi. Così giunge sul posto una pattuglia dei Carabinieri che inizia a fare il proprio lavoro.

Il tamponato, però, non è convinto e chiama tutti i parenti e un amico carabiniere di un’altra stazione, per vigilare sulla cosa. Mentre i militari lavorano, però, il tamponato con il fratello e la madre si lamenta: così non va bene, mi volete fregare, non siete capaci a fare nulla. Cercano anche di far inserire nel verbale degli elementi che non hanno nulla a che vedere con l’incidente. La madre del tamponato, inoltre, cerca di strappare il verbale dalle mani dei carabinieri. Alla fine delle operazioni i militari provvedono, quindi, anche alla denuncia del terzetto per resistenza a pubblico ufficiale.

A questo processo se n’è aggiunto uno per diffamazione contro l’automobilista che aveva provocato l’incidente (archiviato) e uno contro i militari per abuso d’ufficio (anche questo archiviato), un altro davanti al giudice di pace, sempre per gli stessi fatti e terminato a favore dei carabinieri e del conducente (difesi dagli avvocati Emanuela Rondoni e Carla Massa). Presso la Procura di Siena, infine, c’è una relazione del carabiniere fuori servizio e fuori zona, amico di famiglia, depositata per un altro procedimento. Un deposito che potrebbe essere oggetto di un esposto alla Procura militare.

Alla fine la vicenda si poteva chiudere subito, con la constatazione amichevole, con tanto di ammissione di responsabilità del conducente che aveva tamponato, era pronta da firmare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento