Cronaca

Follia a Gualdo, sequestra per giorni una donna: la vittima legata al letto, picchiata e abusata

In manette è finito un soggetto romeno, con molti precedenti, per giunta già agli arresti domiciliari. Blitz salva vita dei Carabinieri

Era legata al letto, con il volto tumefatto, ormai sfinita e in balia totale del suo aguzzino. La donna, per fortuna, è stata salvata dai Carabinieri della Stazione di Gualdo Tadino che hanno fatto irruzione dopo la segnalazione di un sequestro direttamente fatta dalla figlia della vittima che da giorni non riusciva a mettersi in contatto con lei. La donna liberata - una 43enne straniera - era sparita dall'inizio di giugno. A darne per prima la notizia il quotidiano La Nazione a firma di Erika Pontini e Sara Minciaroni.  Aveva detto - che era stata ingaggiata per fare la badante, poi però nessuna comunicazione, nessuna telefonata alla famiglia. Era caduta nella rete di un pericoloso soggetto, passaporto romeno ma da anni residente in Umbria, agli arresti domiciliari per violenze e altri reati. L'aguzzino ha messo in atto un vero e proprio sequestro di persona, con violenze fisiche.

Sequestra e violenta una donna. Il sindaco: "Ho segnalato più volte questo soggetto. Ora pena esemplare"

Ora si sta cercando di verificare anche se ci sono stati abusi sessuali in base alla ricostruzione fatta dalla badante 43enne dopo la liberazione. La donna è salva sia per la tempestività dei Carabinieri che per un passo falso commesso dal sequestratore. Quest'ultimo ha pubblicato la foto della donna su fb, in condizioni precarie e con il volto segnato dalle percosse. La figlia della badante, alla ricerca disperata della madre, è riuscita ad intercettate due giorni fa la foto ed ha contatto tramite social l'uomo che non solo ha confermato la presenza della 43enne a casa sua ma ha anche aggiunto che nessuno si doveva intromettere nel loro rapporto di coppia.

Sequestra e lega al letto una donna, l'autore è un uomo pericoloso, segnalato e che ha terrorizzato i vicini

Da qui la segnalazione e il blitz nell'appartamento in una casa popolare a pochi passi dal monumento cittadino Rocca Flea. Lo straniero è stato arrestato e portato a Capanne. Mentre la vittima è stata curata presso il nocomio del territorio. Ulteriori particolari dovrebbero essere divulgati nel pomeriggio. 

Sequestrata e picchiata, l'arrestato nega tutto: "Non ho fotografato nessuno, né messo la foto online"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Follia a Gualdo, sequestra per giorni una donna: la vittima legata al letto, picchiata e abusata

PerugiaToday è in caricamento