menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimba di tre anni trovata morta in piscina, domani l'autopsia

L'ipotesi è che la piccola sia deceduta per annegamento. Sulle braccia i segni delle zampe dei suoi amati cani che hanno cercato di salvarla, purtroppo invano

Sarà effettuata domani mattina all'ospedale di Perugia l'autopsia sul corpicino della bambina di tre anni trovata senza vita nella piscina di un casolare disabitato, non molto distante dalla sua abitazione, nella zona di Capodacqua di Foligno. Sono stati i soccorritori, dopo l’allarme lanciato dalla famiglia, a fare la terribile scoperta nel pomeriggio di ieri.

La bambina era finita in piscina e due dei suoi tre inseparabili cani erano lì con lei, probabilmente nel tentativo di trascinarla fuori dall’acqua, come evidenziato dai piccoli graffi sul braccio. Sul suo corpo nessun apparente segno che potesse far ricondurre ad altre piste all’infuori dell’incidente, ma saranno gli esami autoptici che verranno eseguiti dal medico legale, Sergio Scalise Pantuso, su richiesta della procura di Spoleto, a poter sciogliere ogni dubbio.

Foligno, la ricostruzione della tragedia

 La bimba potrebbe essersi allontanata in compagnia dei suoi cani e aver trovato un piccolo varco d’ingresso nella villa disabitata dove, a soli tre anni, ha purtroppo trovato la morte in quella piscina rimasta scoperta. Uno strazio per la famiglia (di origine straniera, da anni residente in Italia): quella bimba piena di vita ed energia era la loro unica figlia.  Adesso i carabinieri dovranno ricostruire l’intera vicenda, partendo dal tragitto che ha percorso la piccola per arrivare fin lì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento