rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca Gubbio

False fatture e Iva non pagata, dopo il rinvio a giudizio la replica del Gubbio calcio: "Contestazioni precedenti all'attuale gestione"

La società fa sapere di aver regolarizzato le pendenze con l'erario e di aver fiducia nella magistratura

Il giudice per l'indagine preliminare del Tribunale penale di Perugia ha rinviato a giudizio l’attuale presidente del Gubbio calcio Sauro Notari e per il precedente Marco Fioriti, l’ex direttore sportivo Stefano Giammarioli e il segretario generale Fabio Cecchetti e altre 9 persone con il ruolo di responsabili di alcune società nel Perugino, finiti nel mirino della guardia di Finanza e della procura per fatture gonfiate o addirittura inesistenti per un milione di euro.

L'indagine delle Fiamme Gialle ha portato alla denuncia di 13 amministratori di 9 società sportive coinvolte nell'inchiesta, per reati che vanno dall'emissione di fatturazioni fittizie all'omesso versamento dell'Iva. Tutto era partito dopo un controllo in una palestra eugubina che avrebbe operato come associazione sportiva dilettantistica, svolgendo invece attività commerciale a fine di lucro.

La società avrebbe utilizzato la Asd e altre aziende della provincia che, a richiesta, avrebbero emesso fatture “gonfiate” riferite a prestazioni d’opera mai in realtà effettuate.

La replica della società di calcio: "L’AS Gubbio 1910 e il presidente Sauro Notari, con riferimento alle vicende giudiziarie che vedono coinvolta la società in contestazioni relative all’utilizzo di presunte fatture per operazioni inesistenti, sottolineano che i fatti sono ancora in corso di accertamento da parte dell’autorità giudiziaria, nel cui operato ripongono piena fiducia, e, doverosamente, precisano quanto segue -  si legge nella nota - I fatti contestati e le fatture oggetto di indagine si riferiscono ad un periodo di gran lunga precedente all’assunzione della carica di Presidente da parte di Sauro Notari, il quale ribadisce la sua estraneità rispetto alle ipotesi di reato, ricordando che si è limitato a sottoscrivere le dichiarazioni fiscali predisposte dai professionisti in ragione della carica di rappresentate legale della società - conclude la nota - La AS Gubbio 1910, sotto la presidenza di Sauro Notari e con notevoli sacrifici economici, ha provveduto a regolarizzare le pendenze con l’erario esistenti al momento dell’assunzione della carica, e la società da quel momento ha registrato una situazione ineccepibile sotto il profilo fiscale e previdenziale, come attestato anche dalle verifiche periodiche degli organi federali competenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

False fatture e Iva non pagata, dopo il rinvio a giudizio la replica del Gubbio calcio: "Contestazioni precedenti all'attuale gestione"

PerugiaToday è in caricamento