rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Fiera dei Morti: 700 persone controllate, solo in 4 senza green pass

Nel bilancio dell'edizione 2021 anche il grande successo social. Si lavora all'edizione 2022 con tante novità

Settecento persone controllate, solo 4 sanzioni per mancato possesso del certificato verde e meno di 10 oggetti rubati o smarriti consegnati al posto della Polizia locale. I numeri della Fiera dei Morti, nell’edizione allungata del 2021, comprendono anche i 600 stand tra Pian di Massiano e il centro storico. Mentre la promozione dei canali social dell’ente @comuneperugia è stata visualizza da 490.286 mila persone, mentre altre 891mila persone hanno visualizzato le promozioni sui portali news con circa 7mila accessi al sito fierademorti.comune.perugia.it attivo fino al 3 novembre e, in seguito, non più raggiungibile a causa dell’hackeraggio al server del Comune.

La Polizia locale ha gestito il settore viabilità e presidiato i parcheggi per evitare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi che è risultato scarso rispetto agli anni precedenti. All’interno della fiera sono state controllate le occupazioni di suolo pubblico nonché il rispetto dell’obbligo di indossare la mascherina e del green pass. A fronte di oltre 700 persone controllate, solo quattro sono state sanzionate per mancanza di green pass e una per non aver indossato la mascherina. La Polizia locale era presente anche al box installato all’interno dell’area della fiera per informazioni e ricezione oggetti rubati o smarriti che sono stati in numero inferiore alle 10 unità.

Non hanno riscontrato particolari criticità le attività di monitoraggio e presidio svolte presso gli stand da parte della Polizia locale e dai funzionari della Agenzia delle Dogane e Monopoli di Perugia.

Squadre in borghese della Polizia locale e della Svad in più pomeriggi hanno monitorato stand e merci esposte concentrando l’attenzione su eventuali prodotti contraffatti della moda e dei giocattoli.

L’attività congiunta ha reso così concreto il protocollo di intesa sottoscritto lo scorso marzo tra il Direttore Territoriale ADM di Toscana, Sardegna e Umbria, dottor Roberto Chiara, e l’assessore al commercio Clara Pastorelli volto al contrasto della produzione e vendita di merci contraffatte che comportano grave pregiudizio agli operatori economici corretti, provocando gravi ripercussioni economiche e favorendo forme di illegalità quali immigrazione clandestina, lavoro sommerso, sfruttamento del lavoro minorile.

“La fiera con le sue bancarelle in legno e in tessuto, nonostante la pioggia e il maltempo, si è rivelata anche quest’anno un percorso interessante pieno di suggestioni - ha dichiarato l’assessore al commercio Clara Pastorelli - ha rappresentato un vero e proprio momento di rinascita, una possibilità per la gente di poter finalmente rivivere l’emozione che questo evento è in grado di regalare”.

Importante novità per il prossimo anno sarà la presenza sul sito fieradeimorti.comune.perugia.it di una mappa virtuale creata dall’Unità operativa Servizi alle Imprese del Comune di Perugia, in collaborazione con l’Ufficio Comunicazione, nella quale i visitatori avranno la possibilità di conoscere, direttamente anche da Google Maps, quali e dove saranno posizionati gli operatori commerciali presenti a Pian di Massiano.

L’esatta ubicazione dello stand, i contatti degli operatori, dei loro siti e le foto dei prodotti offriranno una vetrina di promozione già ben prima della Fiera dei Morti edizione 2022

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera dei Morti: 700 persone controllate, solo in 4 senza green pass

PerugiaToday è in caricamento