Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

XX Giugno: in ricordo degli eroi, Boccali "schiera" perugini contro i criminali

Nella giornata dei festeggiamenti del XX Giugno il sindaco Boccali ha chiesto alle istituzioni e ai cittadini un ulteriore scatto per arginare anche dal basso degrado e criminalità. All'albo d'oro Castagner e Benedetti

Un XX giugno perugino iniziato già intorno alla mezzanotte, quando gli iscritti alla Massoneria, divisi per appartenenze, hanno salutato i martiri del primo XX Giugno, quella della liberazione dallo Stato Pontificio. Le bandiere, i fiori e l'inno nazionale sono andati avanti fino a tardi presso il monumento all'inizio dei Giardini del Frontone. I riti massonici per la manifestazione è ormai una tradizione consolidata. Poi il XX Giugno del sacrificio dei perugini, anche nella secondo guerra mondiale data della liberazione dal nazi-fascismo, è stato al centro delle manifestazione del  Comune di Perugia.

Il sindaco Boccali ha fatto un parallelo tra le liberazioni del passato e la criminalità di oggi, appellandosi ai cittadini per una nuova stagione di impegno sociale e sicurezza cittadina. "Perugia reagisce - ha spiegato Boccali - anche nel respingere i delinquenti ed il degrado morale che i loro traffici inducono. E’ una sfida in cui tutti dobbiamo sentirci impegnati: le istituzioni, la società civile, i cittadini. All’ aggressione criminale dobbiamo rispondere con unità, senso di responsabilità, strenua difesa dei livelli di civiltà che sono propri di Perugia. Molti segnali vanno in questa direzione, ed assistiamo ad un rinnovato protagonismo dei cittadini, delle loro associazioni, degli operatori economici. La festa che comincerà tra poche ore ne è un esempio eclatante. Il messaggio è che Perugia è dei perugini, lo siano essi di nascita o acquisiti, ma, in ogni caso, è di chi la ama e la rispetta. Il 29 Giugno 2012 ha anche questi significati”.

I PROFILI E LE MOTIVAZIONI DEI PREMIATI ALL'ALBO D'ORO

ILARIO CASTAGNER Molto amato dai Perugini, Ilario Castagner ha legato indissolubilmente la sua carriera e la sua vita alla nostra Città. A Perugia, come calciatore, dal 1961 al 1964 vince la classifica dei marcatori del girone B della Serie C; nel 1974, sempre a Perugia, ha il suo esordio come allenatore e, grazie ad un gioco innovativo ed alla capacità di plasmare un gruppo di atleti compatto e motivato, porta il Perugia a risultati impensabili per una squadra di provincia. Approdato nella massima categoria nel 1975 aggiudicandosi il “Seminatore d’Oro” della Serie B, con il suo “Perugia dei miracoli” ottiene, nella stagione 1978-79, il secondo posto in classifica e il record di imbattibilità, primato conseguito per la prima volta nel campionato italiano, che valse alla nostra squadra la qualificazione in Coppa UEFA e a Castagner il premio “Seminatore d’Oro”della Serie A. Grazie a questa impresa, che rimarrà sempre nel cuore e nella memoria della Città, Perugia conquista l’attenzione e l’ammirazione del mondo calcistico italiano e la simpatia di tutti, di tifosi e non. Tornerà ad allenare il Perugia nel 1993 ottenendone la promozione in Serie B e, successivamente, nella stagione 1997-98 riportando la squadra in Serie A. Nel 1998 a Perugia, proprio dove era iniziata, decide di concludere la propria esperienza di allenatore; dal 2005 al 2006 ha ricoperto la carica di Direttore Tecnico e Presidente Onorario del Perugia Calcio. Ilario Castagner, che attualmente svolge con la professionalità e la competenza di sempre l’attività di opinionista sportivo, non solo ha scritto le pagine più belle del calcio perugino ma ha anche fatto della nostra città la sua città, costruendo qui la sua famiglia e scegliendo di essere nostro stimato concittadino.

CONSERVATORIO DI MUSICA “FRANCESCO MORLACCHI” Il Conservatorio di Musica di Perugia, intitolato al celebre compositore perugino Francesco Morlacchi, fu fondato come Istituto Musicale oltre duecento anni fa grazie al compositore e operista di scuola napoletana Luigi Caruso, chiamato a Perugia da Francesco Cesarei, esponente di una delle famiglie più nobili della nostra città. E’ stato il punto di riferimento della educazione musicale perugina, contribuendo all’elevazione culturale e spirituale di numerose generazioni. Costituitosi in Conservatorio, ha saputo affermarsi non solo nella città, ma ben oltre i confine regionali come coltivatore di ingegno e disciplina. Negli ultimi anni ha intrapreso senza indugio il cambiamento istituzionale voluto dal legislatore, che lo ha creato ente autonomo di Alta Formazione e, in tale nuova veste, si è aperto alla competizione mondiale, attraendo nella città di Perugia giovani dalle più disparate nazioni che quivi hanno trovato l’accoglienza propria della gente umbra e l’ispirazione dell’arte musicale e dello spettacolo. Operando in tal modo, ha meritato riconoscimenti nazionali ed internazionali, ed ha nel contempo arricchito di energie preziose la comunità locale, cui ha offerto una organica e continua teoria di eventi e momenti artistici di alto pregio. Proiettato verso il futuro con il contributo dei suoi maestri di musica e d’arte, del personale e del ricco corpo studentesco, costituisce un esempio di modernità e lungimiranza da additare con orgoglio e custodire gelosamente.

GIOVANNA SPEZIALI BENEDETTI Giovanna Speziali Benedetti è figlia di una delle prime imprenditrici di Perugia, Maria Pia Bulletti Speziali, titolare dell’omonima storica Pellicceria. Laureata in Economia e Commercio e già docente universitaria come Assistente alla Cattedra di Tecnica Industriale dell’Università di Perugia, la Dott.sa Giovanna Speziali è oggi Amministratore Delegato del Gruppo Benedetti. L’Azienda perugina, specializzata in imballaggi di cartone ondulato fondata negli anni ’50 da Mauro Benedetti, ha fatto dell’efficienza energetica uno strumento di forte competitività, registrando una continua e costante espansione ed acquisendo un rilevante know how specifico che l’ha portata ad essere sempre all’avanguardia sia in termini di prodotto che di processo. Alla guida del Gruppo che conta cinque stabilimenti in Italia e quasi 500 dipendenti, di cui oltre 100 a Perugia, Giovanna Speziali, insieme alle figlie Maria Pia e Francesca, ne mantiene inalterati il prestigio e la tradizione di Azienda di proprietà totalmente italiana e familiare, oggi tutta al femminile e saldamente legata a Perugia dove conserva la propria Sede Legale e Amministrativa e dove vengono prese tutte le decisioni e sperimentate nuove idee che saranno poi estese agli altri stabilimenti. Giovanna Speziali Benedetti è anche Vice Presidente Delegata dell’AIDDA – Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti d’Azienda, Consigliere della Sagra Musicale Umbra, membro della Croce Rossa Italiana e volontaria presso il reparto di radioterapia oncologica presso l’Ospedale “S. Maria della Misericordia” di Perugia.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

XX Giugno: in ricordo degli eroi, Boccali "schiera" perugini contro i criminali
PerugiaToday è in caricamento