Ferragosto al Trasimeno, controlli anti alcol lungo le strade e patenti ritirate. Numerose chiamate per musica alta e parcheggi selvaggi

Tra il 14 e il 15 agosto in sei sono stati denunciati per aver guidato ubriachi. Anche un 47enne pievese che girava senza casco sul suo motorino

Un Ferragosto denso ti eventi in tutto il comprensorio del Trasimeno con una importante affluena di turisti e visitatori. Una situazione di potenziale criticità sul fronte sicurezza che ha reso necesaria una macchina dei controlli molto articolata, in particolare per prevenire criticità sia nei borghi interessati dagli appuntamenti che lungo le strade.

Il bilancio del monitoraggio effettuato dai carabinieri della compagnia di Città della Pieve è di 146 automobili controllate e 269 persone identificate in tutto il comprensorio, 26 le pattuglie impiegate tra il 14 e il 15 agosto in concomitanza con il Capodanno d'estate di Castiglione del Lago, la Corsa dei carretti di Paciano, quella delle bighe in occasione dell'Agosto Torreggiano, il lancio della sfida per il Palio dei Terzieri a CIttà della Pieve.

Particolare attenzione è stata rivolta alla circolazione stradale, con ripetuti controlli antialcol. Il 14 agosto, a Magione, sono state denunciate due persone: un trentasettenne perugino a cui è stato riscontrato un tasso alcolemico pari a 2,04 gr/l., e una donna quarantenne dell’est europa, con tasso alcolemico pari a 1,03 gr./l. Nel tardo pomeriggio sempre del 14 agosto, a Città della Pieve, un quarantasettenne pievese è stato sorpreso dai militari alla guida del suo motociclo senza casco e in stato di ebbrezza alcolica: aveva un tasso alcolemico pari a 1,84 gr./l.

Nella notte del 15 agosto, nel corso dei controlli effettuati dai carabinieri in Magione, Castiglione del Lago e Passignano sul Trasimeno, sono stati deferiti in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza 4 giovani (1 poliziano e 3 perugini), dei quali 3 poco più che ventenni ed un trentenne, che sono stati sorpresi ubriachi al volante con tassi alcolemici da 1,35 gr./l. a 1,93 gr./l. Ovviamente, a tutti i soggetti anzidetti è stata immediatamente ritirata la patente di guida.

I militari della stazione di Città della Pieve hanno denunciato in stato di libertà un trentenne castiglionese, con numerosi precedenti di polizia, per aver violato l’obbligo di dimora.

I carabinieri della Stazione di Tavernelle, nel pomeriggio del 15 agosto, nel corso di un controllo di un cittadino albanese, ventenne, hanno rivenuto nelle tasche dei pantaloni del ragazzo un grammo circa di sostanza stupefacente tipo hashish. Sempre i militari di quel reparto hanno denunciato per furto in attività commerciale due trentenni di origine Pakistana che, il 14 agosto, in un supermercato di Città della Pieve, avevano rubato alcune bottiglie di liquore, poi immediatamente abbandonate; i due ragazzi si sono dati alla fuga ma prontamente individuati e fermati dai militari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Numerose, inoltre, le chiamate ricevute dalla centrale operativa in questi due giorni di festa: dissidi tra persone, piccoli incidenti stradali, macchine in divieto di sosta, musiche ad alto volume in orari notturni e schiamazzi vari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Scooter parcheggiato davanti alla porta di casa per una notte intera: "Complimenti, il centro è tutto tuo"

  • "A Norcia 53 immigrati positivi al Covid19": la bomba sganciata in prima serata. Poi la dura smentita

  • Coronavirus in Umbria, è un neonato il nuovo paziente ricoverato a Perugia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento