Cronaca

Fermate dei bus, mozione urgente anti-Qr Code al posto delle tabelle con gli orari

La consigliera Casaioli si è rivolte all'assessore ai trasporti: "Penalizzati gli anziani. Fare pressioni su Bus Italia"

Dopo le critiche di molti utenti, ora anche l'ex assessore Casaioli, attuale consigliere comunale di maggioranza per il Progetto Perugia, boccia la decisione di Busitalia di usare il Qr Code, ovvero uno speciale codice che è necessario inquadrare tramite lo smartphone per leggere gli orari alle fermate invece che delle consuete tabelle orarie.

Secondo l'esponente politica questa modalità ha penalizzato soprattutto l’utenza più anziana del servizio di trasporto pubblico locale urbano e tutti coloro che non hanno un cellulare adeguato o non sono avvezzi all’utilizzo di applicazioni, "ostacolando fortemente la fruibilità del servizio, in contrasto con l’obiettivo dell’Amministrazione comunale di aumentarne l’accessibilità e la copertura, generando così un generale scoraggiamento all’utilizzo".

“La tematica dei trasporti della città – commenta la consigliera Casaioli di Progetto Perugia – è una questione che il nostro gruppo Progetto Perugia ha molto a cuore, ed è importante che ai cittadini venga dato un servizio più fruibile possibile anche in momento difficili come quello attuale. La mozione urgente da me presentata ed oggi approvata dal Consiglio vuole quindi stimolare la Giunta ad impegnarsi nei confronti di Busitalia, per ottenere il ripristino delle tabelle orarie presso le fermate, o comunque ad individuare soluzioni anche emergenziali ma che siano consone all’utenza del servizio di trasporto pubblico locale”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermate dei bus, mozione urgente anti-Qr Code al posto delle tabelle con gli orari

PerugiaToday è in caricamento