Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Omicidio Castello, il figlio in carcere scrive una lettera delirante: fissata perizia psichiatrica

Federico Bigotti ha sempre raccontato che Anna Maria Cenciarini si è tolta la vita da sola accoltellandosi nella cucina della loro casa.

Parole deliranti che macchiano d'inchiostro nero un pezzo di carta. La calligrafia è precisa. Nessuna cancellatura sembra essere presente. Federico Bigotti, il ragazzo accusato di avere ucciso la madre Anna Maria Cenciarini lo scorso 28 dicembre, è rinchiuso nel carcere di Spoleto. Una guardia carceraria lo tiene sotto osservazione 24 ore su 24. Ma è proprio tra le mura della sua cella che ha deciso di scrivere una lettera, ripercorrendo la sua vicenda giudiziaria. Ma in quelle paginetta di logica sembra esservene ben poca. Tra invocazioni divine e attori famosi tirati in ballo, i legali del giovane, Vincenzo Bochicchio e Francesco Areni, hanno chiesto che venga acquisita come prova.

Omicidio Castello: le intercettazioni del padre

Omicidio Castello, le parole del padre intercettato

Adesso, la vera domanda sembra essere solo una, Federico Bigotti è capace di intendere e di volere. Il collegio difensivo ha chiesto ed ottenuto una perizia psichiatrica da effettuare in sede di incidente probatorio(fissato per il 15 marzo). Il ragazzo sarà quindi sottoposto a un'attenta analisi che permetterà al perito di parte ed a quello nominato dal giudice di accertare le sue condizioni psichiche. Il 21enne al momento non sembra avere comportamenti autolesionisti, ma pare comunque non rendersi conto di ciò che è accaduto, continuando senza sosta a confermare la sua versione dei fatti.

Federico Bigotti ha sempre raccontato che Anna Maria Cenciarini si è tolta la vita da sola accoltellandosi nella cucina della loro casa. Grazie però agli esiti dell'autopsia, la dinamica raccontata da Federico non ha mai convinto il pubblico ministero, né il tribunale del Riesame.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Castello, il figlio in carcere scrive una lettera delirante: fissata perizia psichiatrica

PerugiaToday è in caricamento