menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fase 2 | Bus in città a Perugia non sufficienti nelle ore di punta: pronte in caso di emergenza delle corse bis

L'annuncio dell'assessore Melasecche: "Corse aggiuntive in caso di necessità, mezzi e autisti pronti a subentrare"

Le tre aziende che gestiscono il trasporto pubblico locale su gomma, in relazione alla nuova fase di emergenza, dal 18 maggio al 14 giugno, hanno confermato un'offerta di servizi pari a circa il 50 per cento dei servizi programmati nel giorno feriale medio del periodo precrisi coronavirus, con l’impegno di mettere a disposizione e potenziare “riserve calde – autobus ed autisti” per corse aggiuntive nelle ore di punta dei servizi ed in particolare per i servizi urbani di Perugia e Terni.  La conferma dell'impegno ad incrementare le corse in caso di maggior flusso di utenti è arrivata dall'assessore regionale Melasecche dopo che lenedì scorso ci sono stati dei disagi nelle ore di punta nelle due maggiori città dell'Umbria. 

"Siamo prontamente intervenuti, invitando le Aziende esercenti i servizi di TPL a provvedere all’immediato incremento dell’offerta dei servizi più richiesti disponendo le necessarie e quanto mai opportune, definitive integrazioni. Sarà cura delle Aziende continuare ad assicurare un costante monitoraggio quotidiano dell’andamento delle frequentazioni, al fine di poter intervenire puntualmente e tempestivamente con le modifiche che si dovessero rendere eventualmente necessarie, qualora dovessero presentarsi esigenze di mobilità più consistenti, garantendo, quindi, i servizi minimi essenziali nel rispetto della domanda e del così detto distanziamento sociale, evitando sovraffollamenti”.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento