menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E45, "Io minacciata con un coltello e rapinata al distributore", ma è tutto falso: denunciata

La donna si era presentata alla stazione dei carabinieri di Todi denunciando l'aggressione a scopo di rapina. Ecco cosa hanno scoperto i militari

Aveva sporto denuncia ai carabinieri di Todi, raccontando di essere stata vittima di una rapina in una stazione di servizio lungo la E45 dove, a bordo di una moto di grossa cilindrata, era stata avvinata da due uomini. Secondo il racconto della donna, dopo essere stata minacciata con un coltello, i due uomini sarebbero fuggiti portandosi via la sua borsa contenente denaro e un blocchetto degli assegni.

La denuncia risale allo scorso 10 novembre: partite subito le indagini per riuscire ad acciuffare gli autori della rapina, i carabinieri di Acquasparta, competenti per territorio, hanno però iniziato a riscontrare qualche falla nel racconto della donna. Non solo nessuno dei testimoni presenti l’aveva vista entrare nella stazione dei servizi, ma dai frame estrapolati dalle immagini di videosorveglianza non si vedeva nè auto, nè moto del presunto duo di malviventi. Un altro dettaglio ha però insospettito i militari: gli accertamenti hanno fatto emergere una denuncia analoga sporta a Viterbo.  Nessun riscontro, dunque, al racconto. E la convinzione maturata negli investigatori che la rapina non ci sia mai stata. Da qui, la denuncia per simulazione di rapina a carico della 45enne.

La notizia completa su Ternitoday

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento