Faceva il pieno all'auto con il bancomat del Comune, ma il processo non si farà

L'uomo, dipendente pubblico accusato di peculato, è stato dichiarato incapace di stare in giudizio a causa della malattia che lo ha colpito

Incapace di partecipare al processo per malattia. Così il giudice per l’udienza preliminare ha chiuso il procedimento per peculato a carico di un dipendente pubblico accusato di aver fatto il pieno per l’auto personale utilizzando le tessere dell’ente pubblico di cui era dipendente.

L’uomo, difeso dall’avvocato Salvatore Adorisio, era sotto processo con l’accusa di aver utilizzato le tessere dell’ente di appartenenza per fare il pieno alla propria vettura per diverse migliaia di euro di ammontare. Non faceva il pieno alle auto di servizio, che tra l’altro erano a benzina, ma alla sua che andava a gasolio.

Questa discrepanza è subito saltata agli occhi dell’ufficio preposto al pagamento dell’ente, come anche la non corrispondenza tra il carburante acquistato e i chilometri percorsi dalle auto di servizio: o consumavano quanto una Formula 1 oppure il carburante non finiva nei serbatoi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Controlli e verifiche avevano accertato che il tentativo di raggiro da parte del dipendente e la denuncia. Fino alla chiusura del processo per incapacità dell’imputato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

Torna su
PerugiaToday è in caricamento