menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studioso perugino strega gli Usa: ha scoperto un super antibiotico

Il suo lavoro riguarda la produzione di un antibiotico, chiamato pleuromutilina, ottenuto da un fungo. Fondamentale per la cura di malattie infettive

Il dottor Fabrizio Alberti, giovane perugino laureato in Biotecnologie agrarie e ambientali, ha vinto un premio della ‘Genetics Society of America’  per la ricerca “Reconstruction of the biosynthetic pathway for the diterpene antibiotic pleuromutilin in the secondary host Aspergillus oryzae”. Il riconoscimento (per il miglior poster nella categoria ‘Biochimica e Metabolismo’)  è stato consegnato ad Alberti in California, nel corso della conferenza di Microbiologia (28th Fungal Genetics Conference), alla quale hanno partecipato un migliaio di ricercatori provenienti da tutto il mondo.
 

Fabrizio Alberti, laureato nell’Università degli Studi di Perugia, frequenta attualmente un dottorato di ricerca in microbiologia all’Università di Bristol (Regno Unito). Il suo lavoro riguarda la produzione di un antibiotico, chiamato pleuromutilina, ottenuto da un fungo. Questo antibiotico viene utilizzato per il trattamento di malattie infettive della pelle causate da batteri Gram-positivi, ed è attivo contro ceppi antibiotico-resistenti di MRSA. Al fine di creare un sistema che consenta di produrre l’antibiotico a costi ridotti e in modo più flessibile, il ricercatore perugino ha ricreato la sua biosintesi in un altro organismo ospite, tramite ingegneria genetica e biologia molecolare.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento