rotate-mobile
Cronaca

L'ex marito vive in condizioni di indigenza, non è tenuto al versamento degli alimenti

La Corte d'appello ha assolto l'imputato dal reato di omesso versamento dell'assegno di manteinmento

L’ex marito è indigente e non versa l’assegno di mantenimento perché non ne ha la possibilità. Per questo motivo va assolto.

È la decisione della Corte d’appello di Perugia che ha assolto “l’imputato del delitto di omesso adempimento degli obblighi di mantenimento quando sussista il dubbio in ordine alla possibilità dell’adempimento”.

Secondo i giudici di appello, che hanno riformato la sentenza di condanna di primo grado, l’imputato aveva “sollevato e provato in giudizio il ragionevole dubbio relativo a uno stato di indigenza incompatibile con l’adempimento degli obblighi di mantenimento”.

Versando in condizioni economiche più che precarie, quindi, si sarebbe trovato nell’impossibilità di versare quanto deciso in sede di separazione senza la volontà di violare l’ordine del giudice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex marito vive in condizioni di indigenza, non è tenuto al versamento degli alimenti

PerugiaToday è in caricamento