menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evade dai domiciliari, lo ritrovano a bere al bar: arrestato e rinchiuso in carcere

La polizia di Perugia ha arrestato un cittadino tunisino 28enne, con svariati precedenti tra i quali rapina e spaccio di stupefacenti, già rinchiuso ai domiciliari

La polizia di Perugia ha arrestato un cittadino tunisino 28enne, con svariati precedenti tra i quali rapina e spaccio di stupefacenti, già rinchiuso ai domiciliari.

L’ uomo, lo scorso mercoledì, si era recato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Perugia e, per evitare denunce, aveva chiamato la Questura spiegando di avere un malore e dunque di trovarsi in uno stato di necessità per motivi di salute. L’ operatore di turno, sospettando che potesse essere un pretesto o comunque una ghiotta occasione per allontanarsi impunemente dal domicilio forzato, aveva allertato le pattuglie. E difatti alle 2 di notte una volante lo aveva “pizzicato” seduto tranquillamente ad un tavolino di un bar a bere una bibita.

Tratto in arresto e giudicato con rito direttissimo per l’evasione, l’Autorità Giudiziaria ha disposto l’aggravamento della misura cautelare per violazione delle prescrizioni imposte, ordinandone la cattura e la custodia in carcere. Così, a tempo di record, dopo neanche 48 ore dalla violazione, i poliziotti della Squadra Mobile lo hanno prelevato dalla sua abitazione e, dopo un passaggio in Questura per la notifica del provvedimento ed il rituale fotosegnalamento, lo hanno rinchiuso nel carcere di Capanne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento