Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Evade dai domiciliari per fare spesa o riprendere il cucciolo fuggito: portato in carcere

Revocata la misura cautelare dopo due evasioni in giorni consecutivi

Era agli arresti domiciliari, ma usciva di casa in continuazione, per questo gli è stata revocata la misura ed è stato portato in carcere.

Il personale della Polizia di Stato di Perugia ha eseguito un aggravamento della misura cautelare degli arresti domiciliari, nei confronti di un italiano di 53 anni per le ripetute violazioni degli arresti domiciliari che gli erano stati comminati a conclusione di un'attività di indagine per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Il 53enne il 6 giugno era stato fermato dalle forze dell'ordine che lo sorprendevano fuori dalla propria abitazione: a suo dire aveva bisogno di prendere un po' d'aria e fare spesa. Il giorno successivo veniva sorpreso nuovamente fuori dalla propria abitazione ed arrestato per il reato di evasione da parte del personale delle Volanti dopo che l'uomo aveva aggredito un passeggero sull'autobus: al giudice aveva detto di aver rincorso il suo cucciolo che era scappato.

Il Tribunale di Perugia ha così disposto l'aggravamento della misura cautelare in corso sostituendola con quella della custodia cautelare in carcere.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari per fare spesa o riprendere il cucciolo fuggito: portato in carcere
PerugiaToday è in caricamento