Sant'Erminio, scuola evacuata: dai controlli nessuna fuga di gas

Dopo il panico generato lunedì mattina alla scuola elementare di Sant'Erminio, l'assessore all'Edilizia scolastica Monia Ferranti precisa che "non c'è stata alcuna fuga di gas"

In merito all’allarme creatosi lunedì mattina presso la scuola elementare di Sant’Erminio, l’assessore all’Edilizia scolastica Monia Ferranti precisa che “non c’è stata alcuna fuga di gas”, che le “lezioni sono regolarmente riprese in mattinata” e che “l’Amministrazione comunale è stata immediatamente avvertita dell’accaduto, come pure il fornitore del Servizio Energia, Cofely Italia, a seguito della segnalazione effettuata da parte del personale scolastico”.

Individuato il problema- In particolare, “ciò che aveva indotto erroneamente a credere nell’esistenza di una fuga di gas, era in realtà – spiega l’assessore in una nota del Comune - il bruciatore di gas metano, che al primo stadio di marcia, aveva un funzionamento non corretto con emissione al camino di gas incombusto, quindi non pericoloso per l’incolumità dei bambini e del personale scolastico. I prodotti della combustione, pur emessi sopra la copertura dell’edificio, per effetto delle condizioni climatiche e dell’assenza di vento, si sono stratificati al suolo, facendo avvertire il fastidioso odore di gas metano. I tecnici della Ditta Cofely, tempestivamente intervenuti, hanno provveduto a spengere il bruciatore di gas.

Successivamente, i tecnici del Comune insieme al capo squadra dei Vigili del fuoco, accertata la natura del problema, hanno effettuato la corretta regolazione e verificata la regolarità delle emissioni, il funzionamento del bruciatore e, in generale, l’impianto di riscaldamento. Alle 10.00 di lunedì mattina il riscaldamento è tornato regolarmente in funzione e le lezioni si sono svolte normalmente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Umbria, proclamati gli eletti in consiglio regionale: tutti i nuovi consiglieri, le biografie

  • Chiuso per 15 giorni il bar della droga, anche il Tar conferma

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Rischio microbiologico, lotto di Acqua Nepi richiamato dal Ministero della Salute

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Muore a soli 42 anni dopo la caduta da un lettino dell'Ospedale: indagati medico e fisioterapista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento