Trasporti, Rometti conferma: Eurostar soppressi e declassati a Intercity

Rometti informa i comitati e il Coordimamento dei pendolari umbri, sull'incontro con il direttore della divisione passeggeri di Trenitalia, Battisti che non ha accolto le richieste avanzate dai pendolari

L'assessore regionale ai trasporti, Silvano Rometti e il direttore della divisione passeggeri di Trenitalia, Gianfranco Battisti hanno avuto, recentemente, un incontro nel quale, la spa del trasporto su rotaia non ha accolto le richieste avanzate dai comitati dei pendolari e sostenute dalla Regione. A farne le spese, saranno soprattutto lavoratori e studenti che ogni giorno si recano a Roma.

Rometti ha scritto ai pendolari umbri per informarli sull'incontro avuto con Battisti, in cui sono state affrontate le problematiche relative  ai treni a lunga percorrenza che interessano l'Umbria anche alla luce dell'entrata in vigore, dal prossimo 11 dicembre, del nuovo orario ferroviario: "Si tratta di quei treni che non rientrano nel contratto di servizio della Regione Umbria, ma sono direttamente gestiti dal Ministero dei trasporti con Trenitalia Passeggeri nell'ambito dei Servizi universali".

Nella lettera, Rometti informa i pendolari umbri che gli EuroStar 9321, 9336 (che collegano Perugia e Roma) e 9331, 9324, 9323 e 9330 (che collegano Ancona e Roma) verranno classificati come InterCity, una scelta che comunque - sostiene l'assessore-, non penalizzerà il servizio perché saranno mantenuti gli stessi tempi di percorrenza, lo stesso materiale rotabile e le stesse fermate, a cui anzi si aggiungeranno quelle di Fossato di Vico e Spoleto. Viene inoltre confermata la coppia di EuroStar  9325 e 9332 (Ancona-Roma).

Mentre saranno soppressi gli EuroStar 9334 (con partenza da Roma alle 19.32 e arrivo ad Ancona alle 22.50) e 9327 (partenza da Ancona alle 11.13 e arrivo a Roma alle 14.28) in quanto esclusi, insieme ad alcuni  Espressi di  altre Regioni,  dal Contratto di servizio tra Trenitalia e Ministero dei trasporti per la programmazione dei servizi universali.

"Ciò - spiega l'assessore Rometti - a causa dei tagli operati dal governo nazionale in materia di  trasporto pubblico. Tagli che hanno portato Trenitalia Passeggeri a  modificare i propri servizi  seguendo regole meramente commerciali, quando non è stato possibile coprirne i costi con finanziamenti ministeriali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Regione Umbria - conclude Rometti - è fermamente impegnata a ricercare possibili proposte migliorative per la fascia oraria compresa tra le 18.45 e 20.45, da valutare e da concordare preventivamente nel corso di appositi incontri  con gli stessi pendolari".

 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento