menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciatori e pericolosi criminali: stanati, espulsi e cacciati dalla città

Pugno di ferro della Questura di Perugia: due spacciatori cacciati dalla città. Il primo, un tunisino di 29 anni, è stato rintracciato dalle Volanti, nel corso di un “pattuglione”, disposto dal Questore Francesco Messina, ieri pomeriggio a Fontivegge.

Fermato con la fidanzata, una giovane di Orvieto, e controllato, è saltata fuori la verità: il 29enne ha snobbato un provvedimento di espulsione del Prefetto di Perugia. E sulle spalle ha una lunga lista di reati. Dopo il provvedimento di espulsione, ha lasciato la città ed è stato accompagnato al Cie della Sicilia, in attesa di essere rimpatriato.

Già imbarcato sul volo per Casablanca, invece, un 30enne marocchino. Rinchiuso in carcere per scontare una condanna a 4 anni di reclusione, frutto del cumulo di precedenti condanne per spaccio, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e violenza sessuale, oggi ha finito di scontare il proprio debito con la giustizia. L’uomo, peraltro, annoverava nella propria carriera criminale anche la partecipazione alle sommosse che nel 2010 scoppiarono all’interno del Cie di Milano. Appena ha messo piede fuori dal carcere è stato portato di forza in aeroporto e caricato su un volo in partenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento