menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo il fine pena la nave per la Tunisia: cacciato pusher violento e latitante

Era in carcere dal marzo del 2011 quando era stato arrestato dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Perugia in esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere nell’ambito della nota operazione “Pony Express”

Gli agenti dell’ Ufficio Immigrazione della Questura di Perugia, hanno rimpatriato un altro spacciatore tunisino dal carcere di Spoleto ove stava scontando una condanna di quattro anni e mezzo per traffico di stupefacenti. Si tratta di B.Z. , del 76, era in carcere dal marzo del 2011 quando era stato arrestato dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Perugia in esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere nell’ambito della nota operazione “Pony Express”.  

Gli agenti lo avevano rintracciato a Caserta dove si era rifugiato da qualche mese dopo essere fuggito, rendendosi irreperibile, dagli arresti domiciliari che stava scontando a Perugia. Da allora non è più uscito dal Carcere in ragione dei suoi corposi precedenti penali che sono iniziati in Italia con il primo arresto per droga in città nel 2003. Da quella circostanza ha sempre dichiarato false generalità e di essere marocchino.

Lo straniero era stato nuovamente arrestato per stupefacenti dopo tre mesi; nel marzo del 2005 era stato arrestato perché aveva aggredito una pattuglia dei carabinieri che lo aveva sorpreso, senza la patente, alla guida di una in Golf in via Roma .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento