menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla cella al volo per casa in poche ore: rapinatore rispedito a Casablanca

Nel 2015 l’uomo, un marocchino di 36 anni che fino a quel momento aveva un regolare permesso di soggiorno per il lavoro come muratore, si era introdotto in una sala giochi di Todi con un passamontagna in faccia

Nel 2015 l’uomo, un marocchino di 36 anni che fino a quel momento aveva un regolare permesso di soggiorno per il lavoro come muratore, si era introdotto in una sala giochi di Todi con un passamontagna in faccia. Armato di coltello, aveva minacciato e poi aggredito la titolare per farsi consegnare l’incasso della giornata, allontanandosi a bordo di uno scooter.

Arrestato dai Carabinieri, era stato condannato a due anni e due mesi di reclusione che ha scontato nel carcere di Spoleto. Espiata la pena, nei giorni scorsi sarebbe tornato libero.
Ma all’uscita dalla casa di reclusione non ha trovato nessun amico o parente ma i poliziotti che lo attendevano per eseguire la procedura di immediata espulsione.

Ottenuti i documenti necessari ed espletate le formalità, il marocchino è stato accompagnato all’aeroporto di Bologna dove è stato imbarcato su un volo di sola andata per Casablanca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento