menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza. la Questura caccia i criminali: espulso pusher di coca

i poliziotti della Questura di Perugia sono arrivati al suo rimpatrio dopo una serie di accertamenti finalizzati a neutralizzare i tentativi dello straniero di continuare a permanere in Umbria

Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione, diretti dal Vice Questore Aggiunto Maria Rosaria De Luca, hanno proceduto all’espulsione di un altro pericoloso pregiudicato, da tempo residente in provincia e più volte segnalato per la sua pericolosità dai Carabinieri di Todi e di Perugia .

In questo caso, vista la pericolosità dello straniero, i poliziotti della Questura di Perugia sono arrivati al suo rimpatrio dopo una serie di accertamenti finalizzati a neutralizzare i tentativi dello straniero di continuare a permanere in zona nonostante la sua clandestinità e la sua abituale tendenza a delinquere.

Lo straniero, era già stato espulso nel 2009 da Todi perché era arrivato in Italia senza autorizzazione. Dopo il suo primo rimpatrio è rientrato in Italia attraverso la Romania, con un visto di quelle autorità; nel dicembre è stato arrestato dai Carabinieri di Todi per spaccio di cocaina.

Riaccompagnato in Albania è rientrato utilizzando generalità differenti ottenute dalla Autorità Albanesi; riconosciute le sue esatte generalità è stato riarrestato per ingresso clandestino e riespulso.Lo scorso maggio è stato arrestato per spaccio di stupefacenti a San Sisto dai Carabinieri; successivamente è stato ammesso al regime degli arresti domiciliari a Todi.

In settimana, al termine del periodo detentivo, i Carabinieri di Todi lo hanno prelevato dalla sua abitazione e condotto in Questura ove gli è stato notificato, visti i numerosi precedenti penali e la sua assidua frequentazione di  malavitosi, un provvedimento di Espulsione per pericolosità sociale. Davanti Giudice di Pace lo straniero si è strenuamente opposto al suo ritorno in Albania esibendo il certificato di nozze con una cittadina Romena.

Gli Agenti dell’Ufficio Immigrazione avevano però già accertato che la straniera risulta priva di residenza in Italia ed irreperibile agli indirizzi ove in passato aveva risieduto; accertato anche che non avevano avuto una convivenza effettiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento