Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Esplosione a Gubbio, dopo l'autopsia fissati per giovedì i funerali delle due vittime

Le indagini vanno avanti per stabilire cause e modalità dell'incidente mortale nell'azienda che lavorava la cannabis

Si sta svolgendo all’ospedale di Branca l'autopsia sui corpi di Samuel Cuffaro, 19 anni, ed Elisabetta D’Innocenti, 52 anni, morti nell'esplosione dell'azienda eugubina Greengenetics.

Dalle prime risultanze dell'esame autoptico svolto dal medico legale Massimo Lancia i due potrebbero essere morti per intossicazione dovuta al fumo sprigionatosi dall'incendio in seguito all'esplosione.

Domani mattina il sostituto procuratore Gemma Miliani potrebbe firmare il nulla osta per la restituzione della salma ai familiari delle vittime. Le esequie del 19enne, come riferisce l'avvocato Ubaldo Minelli che segue la famiglia del ragazzo, sono programmate per giovedì presso la chiesa parrocchiale di Madonna del Ponte.

Proseguono, intanto, le indagini per cercare di capire come possa essersi innescata l'esplosione. E' appurato che al centro della tragedia ci sia il metodo di lavorazione della canapa per abbassare il Thc, cioè il principio attivo della cannabis, per poter ottenere un prodotto legale da commercializzare.

Nell'azienda dove si è verificato l'incidente, proprio per ridurre i rischi era utilizzato il gas pentano nella sua forma liquida, considerata più sicura rispetto al gas che può facilmente saturare gli ambienti. La lavorazione avveniva attraverso una macchina ad ultrasuoni con la cannabis immersa nel pentano liquido.

Potrebbero essere stati, comunque, i vapori del gas liquido utilizzato, all'esterno dell'azienda i Carabinieri hanno trovato tre fusti da 200 litri, ma non si sa quanto ne fosse stato utilizzato all'interno, a saturare l’ambiente. Quanto alla scintilla che ha provocato l'esplosione tutte le ipotesi restano da verificare, anche se dalle testimonianze al momento dello scoppio all'interno dei locali si stava montanto una scaffalatura e la scintilla potrebbe essere partita da uno strumento utilizzato.

Per l'incidente mortale risultano indagati Gabriele Muratori ed Alessandro Rossi, difesi dall'avvocato Monica Bisio, titolari della società GreenGenetics.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione a Gubbio, dopo l'autopsia fissati per giovedì i funerali delle due vittime

PerugiaToday è in caricamento