rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Errore medico in ospedale, la Procura contabile chiede 1 milione di danni, ma il dottore è deceduto: processo chiuso

I fatti risalivano al 2012, ma non si è mai arrivati davanti ai giudici della Corte di conti per discutere del risarcimento

La Procura contabile dell’Umbria ha citato un giudizio un medico chiedendo la condanna al pagamento di oltre 1 milione di euro per un caso di malasanità. Il dottore, però, è deceduto e i giudici contabili hanno chiuso il fascicolo.

Il caso riguarda un evento risalente al 2012. Secondo la Procura contabile il medico sarebbe stato responsabile di un errore sanitario correlato “ad una diagnosi di stato vegetativo post-anossico in paziente con PEG e cannula tracheotomica (esiti di coma con invalidità permanente al 100%)”. Un errore che avrebbe comportato un danno indiretto all’Azienda ospedaliera di Perugia per 1.258.437,20 euro tra risarcimento diretto e aumento della quota assicurativa.

A gennaio del 2024, però, il medico è deceduto nelle more del processo e i giudici contabili, preso atto che la responsabilità amministrativa non è trasmissibile agli eredi, hanno dichiarato l’estinzione del procedimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Errore medico in ospedale, la Procura contabile chiede 1 milione di danni, ma il dottore è deceduto: processo chiuso

PerugiaToday è in caricamento