menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubano alcolici al supermercato, vengono beccati, ma minacciano pure...

Rubano alcolici al supermercato, ma vengono sbugiardati da una bottiglia che, cadendo a terra, richiama l’attenzione sul furto. Poi, beccati con le dita nel vasetto della marmellata, si ribellano e fanno i prepotenti, fino a minacciare un addetto alla sorveglianza. Accade in un supermarket all’Elce. Dove due nordafricani escono, pagando solo in parte la merce, mentre hanno fatto bottino di prodotti non dichiarati. Si tratta di superalcolici, uno dei quali cade a terra e attira l’attenzione dell’operatore alla cassa.

Tira e molla, finché – per evitare il peggio – si fa segno ai malviventi di andarsene. Un cliente perugino, in fila alla cassa, fa anche lui cenno, come per dire “Filatevela alla svelta: per questa volta vi è andata bene!”. Ma costoro prendono il gesto per una provocazione e aspettano fuori la persona, che peraltro è un operatore di polizia.

A quel punto, i malfattori, pure prepotenti, gli si parano dinanzi e mostrano di avere cattive intenzioni. La moglie dell’uomo, rimasta in macchina, nota il trambusto e si precipita all’interno del negozio per chiedere aiuto. Esce un robusto commesso e la cosa cambia aspetto, nel senso che i due sembrano volgersi a più miti consigli.

Viene chiamata la volante, ma nel frattempo i due si sono resi uccel di bosco. Si scapicollano per le scalette che dànno su via San Galigano e si direzionano verso Monte Morcino. Si sa che uno dei due portava un braccio al collo. Ma che, certamente, non gli facevano male le gambe, a giudicare dalla velocità con cui si è volatilizzato, insieme al compare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento