menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elce, curve a gomito e auto a tutto gas: segnaletica "artigianale" per salvare i pedoni

Accade all’Elce, in via Calindri, nel punto il cui la strada – in discesa a senso unico – presenta una curva a gomito. Qui l’incolumità dei pedoni è seriamente a rischio

Quando la segnaletica “ufficiale” non basta a frenare l’imprudenza degli automobilisti, si ricorre a quella… artigianale. Accade all’Elce, in via Calindri, nel punto il cui la strada – in discesa a senso unico – presenta una curva a gomito. Qui l’incolumità dei pedoni è seriamente a rischio.

Sul lato destro, infatti, è un parcheggio ininterrotto di auto che riducono sensibilmente la carreggiata. Chi scende e procede a velocità elevata (come spesso accade) rischia di travolgere i malcapitati pedoni. Allora che si fa? Il buon senso suggerisce di realizzare dei cartelli “artigianali”, in generoso formato super A3, disegnati col pennarello (foto in pagina).

Il primo, posizionato proprio sopra il segnale che invita a procedere a una velocità massima di 30 km orari (ti saluto), recita l’incitamento “Rispetta il limite”, con tanto di freccia rivolta verso il numero 30 incluso nel cerchio di divieto. Il secondo cartello, qualche metro dopo, porta la scritta “Rallenta”: una preghiera, più che una raccomandazione. Poco sotto, all’intersezione su via Calindri delle due stradine provenienti dalle ex casette del fascio, c’è uno specchio parabolico. “Ma gli automobilisti che salgono – dice un residente – ‘prendono la rincorsa’ e si immettono pericolosamente”.

Sotto il parabolico, vergato con la solita grafia, un manifestino artigianale con l’incitamento “Vai piano”. Insomma: si fa di tutto per evitare il peggio. Nonostante questi “artigianali” accorgimenti, i mezzi continuano a scendere a velocità degne di Indianapolis.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento