menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Striscia la Notizia va alla carica su azienda corcianese: "Incassate denari ma non consegnate il pellet"

L'inviato Staffelli ha indicato una cifra importante come buco a riguardo delle prenotazioni: qualcosa come un centinaio di migliaia di euro. In media si parla di 8mila euro a testa

Striscia la Notizia, dopo una serie di denunce raccolte in rete e da diversi telespettatori, ha fatto visita ad una società perugina specializzata nella vendita di pellet, la Eco Pellet, accusata di aver riscosso gli assegni in anticipo ma di non aver inviato a tutti il combustibile (per stufe, forti ecc..). L'inviato Staffelli ha indicato una cifra importante come buco a riguardo delle prenotazioni: qualcosa come un centinaio di migliaia di euro. In media si parla di 8mila euro a testa, ma c'è anche chi ha acquistato (sulla carta) qualcosa come un carico di camion completo di pellet. L'azienda continua a prendere le commissioni chiedendo sempre però bonifico anticipato promettendo un invio entro 20-25 giorni.

Tutte le prenotazioni non andate a buonfine risalirebbero al 2015. L'azienda, sempre secondo Striscia, continua a prendere commesse ma chiedendo sempre soldi in anticipo. La Eco Pellet si è giustificata affermando che questa situazione è figlia delle passate gestioni e che ora è stata presa in carico direttamente dalla gestione attuale.  Sono stati richiamati tutti i clienti dando garanzie che a giorni (entro la settimana prossima) possono o riavere i soldi versati oppure prendere direttamente il pellet. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento