Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

E45, gruppo Facebook scrive al Governo: "Interventi d'urgenza, scongiurate una strage annunciata"

Lettera di "Vergogna E45" a Toninelli, Di Maio, Salvini e Conte: "Messa in sicurezza, subito"

Ogni giorno segnalazioni, denunce e foto. E ora anche una lettera al Governo, indirizzata a Conte, Di Maio, Salvini e Toninelli, con oggetto "Intervento urgente per la messa a norma e in sicurezza della superstrada E45, con risanamento strutturale dei viadotti, per scongiurare l’ennesima strage annunciata".
Nella missiva, datata 16 agosto, si legge: "È senza dubbio necessario scongiurare il verificarsi di eventi di gravità irreparabile, stragi annunciate, come quella avvenuta a Genova, e anche ripristinare un’arteria di enorme importanza per tutto il centro Italia, che in alcuni tratti non ha neppure viabilità alternativa".

Quindi, si legge sempre nella segnalazione al Governo Lega-Movimento 5Stelle "si richiede pertanto di disporre con urgenza accertamenti, non tralasciando di effettuare perizie sul luogo, dalle quali non potrà che scaturire la necessità di solleciti interventi per la messa in sicurezza di quella che non è più possibile chiamare strada e in particolare dei viadotti". 

Le amministratrici del gruppo Facebook "Vergogna E45", subito dopo la strage di Genova e del ponte Morandi, alzano il tiro e si rivolgono direttamente ai vertici del governo, ricordando le indagini e gli esposti già presentati: "Già il 17 ottobre 2013 - si legge nella lettera - , unitamente ad altri 1670 cittadini, presentarono un esposto presso la Procura di Arezzo, con il quale chiesero di disporre gli opportuni accertamenti in ordine alle condizioni in cui già allora versava la superstrada E45, nonostante i molti soldi pubblici inutilmente spesi, per verificare l’eventuale sussistenza di profili di rilevanza penale. E che nell’ottobre dello stesso anno, poiché le condizioni della E45 erano oggettivamente disastrose, furono fatte indagini anche presso la Procura di Forlì".

E ancora: "Da allora nonostante diversi cantieri aperti e soldi spesi, la situazione della superstrada E45 non è migliorata, anzi sta diventando sempre più critica, anche a causa dei lavori in corso, peraltro perennemente in ritardo, con susseguenti sensi alternati, ostacoli e deviazioni varie. Il tutto in presenza di carreggiate strette e prive di corsia d’emergenza, con una condizione inaccettabile dell’asfalto, determinata dall’utilizzo di materiali spesso inadeguati e dall’eccessivo flusso di traffico pesante, ben oltre la capacità sopportabile dall’infrastruttura". Saranno ascoltati?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E45, gruppo Facebook scrive al Governo: "Interventi d'urgenza, scongiurate una strage annunciata"

PerugiaToday è in caricamento