menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Città che cambia, "autostrada" E/45? "Serve solo ai gestori"

Torna d'attualità in Comune la discussione legata alla trasformazione in autostrada della E/45. Rifondazione: "Meglio la manutenzione che il pedaggio"

Torna a movimentare il Consiglio comunale il tema della trasformazione in autostrada con pedaggio della E/45. A rilanciare il tema è stato il capogruppo di Rifondazione Comunista Emiliano Pampanelli che ha fortemente criticato il progetto del Governo. 

"Gli unici - ha criticato l'esponente comunista - che ne gioverebbero economicamente sarebbero i gestori dell’autostrada, mentre i cittadini umbri si troverebbero di fronte all’ennesimo aumento dei costi nel loro quotidiano con il vantaggio dei 130 km orari. Ma questo può essere un vantaggio? Se aumenta la velocità aumenta anche il rischio di incidenti. Inoltre, l’operazione di subordinare la costruzione del nodo di Perugia alla trasformazione della E/45 in autostrada non regge e serve solo per nascondere la mancata volontà di trovare soldi per la costruzione del nodo, salvo poi sprecarne molti di più per un’opera inutile". 

Per Pampanelli il progetto migliore sarebbe quello di finanziare "prima opere valide di manutenzione della E/45 che mantenga l’esistente in sicurezza e permetta di aumentare la velocità di percorrimento della stessa a 110 Km orari senza pericolo per gli automobilisti". Rilanciato anche quel Nodo di Perugia che il Ministero però ha messo fuori dai giuochi per adesso: "E' necessario ribadire la necessità di dare il via ad un’opera strategica per il capoluogo come quella del nodo di Perugia dall’altra".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento