Evade dai domiciliari per andare a spacciare con l'amico che gli ha portato le sigarette, tutti e due in manette

L'arresto da parte dei Carabinieri dei Castel del Piano. Sono stati trovati in auto lungo le vie della frazione perugina

Altri due spacciatori nella rete di controlli tessuta dall’Arma dei Carabinieri di Perugia. I due sono stati arrestati nel corso dei controlli disposti dal comandante provinciale, il colonnello Giovanni Fabi, per contrastare le forme di illegalità che destano maggiore allarme sociale. Tra queste lo spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari di Castel del Piano, nella notte di mercoledì, hanno arrestato due cittadini albanesi, di anni 40 e 28, con precedenti di polizia, entrambi in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre, il secondo, anche con l’accusa di evasione.

I Carabinieri si sono recati presso l’abitazione del 28enne, per verificare il rispetto degli arresti domiciliari, ma il giovane è stato trovato mentre percorreva la strada in auto, già nota alle forze dell'ordine in quanto di proprietà di una terza persona, pregiudicata e condotta dal connazionale.

Subito fermati. Il 28enne è stato sottoposto a perquisizione e gli sono stati trovati 21 grammi di cocaina, 50 grammi di hashish, un bilancino di precisione, sostanza da taglio, due telefoni cellulari e somma contante di 200 euro, ritenuta frutto dello spaccio; il 40enne non aveva droga con sé e ai militari avrebbe detto solo di aver portato le sigarette all'amico ai domiciliari e di averlo incontrato fuori di casa.

I militari hanno esteso, però, la perquisizione a casa dell'uomo e sono stati trovati 10 grammi di cocaina, un bilancino di precisione, sostanza da taglio, un telefono cellulare e somma contante di 35 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tutto è stato posto sotto sequestro e i due sono stati condotti in carcere a Capanne. Il 28enne è difeso dall'avvocato Daniela Paccoi. Il 40enne è assistito dall'avvocato Antonio Aiello. Domani l'udienza di convalida davanti al giudice Lildia Brutti e al pubblico ministero Giuseppe Petrazzini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento