Cronaca

"Mio fratello ha troppi clienti, sono venuto per dargli una mano", in manette spacciatore

Il giovane era appena arrivato in Italia per mantenere il fratello ai domiciliari per spaccio di droga

I Carabinieri di Valfabbrica hanno arrestato per spaccio un 25enne, albanese giunto da poco in Italia per mantenere il fratello agli arresti domiciliari per droga. "Scusate ma dovevo aiutare mio fratello"! E’ così che si è giustificato il giovane qando è stato fermato dai Carabinieri.

I militari lo hanno fermato con 5 buste di cocaina nascoste sotto il piantone dello sterzo dell'auto in una scatolina contenente una calamita, che permetteva l'ancoraggio dello stupefacente alle parti metalliche del veicolo, eludendo così qualsiasi controllo delle forze dell’ordine.

L'arresto è stato effettuato dopo un servizi di appostamenti e pedinamenti per capire meglio le dinamiche dell’attività illegale.

Il giudice ha convalidato l'arresto e disposto l'espulsione dal territorio italiano dello spacciatore.

Carabinieri Valfabbrica b (2)-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mio fratello ha troppi clienti, sono venuto per dargli una mano", in manette spacciatore

PerugiaToday è in caricamento