Fiumi di droga da Napoli, rapine al portavalori e guai con la camorra, brasiliano sotto processo

Nell'inchiesta della procura perugina erano finiti anche un ex poliziotto e un imprenditore perugino (poi usciti con patteggiamento). Lo straniero fu sequestrato da tre malviventi per un carico di droga non pagato

Droga direttamente da Napoli a Perugia, in grandi quantità e a cadenza settimanale, con pericolosi legami con i clan camorristici. Poi rapine, estorsioni, riciclaggio. Tutto ad opera di una banda sgominata dalla polizia e della quale facevano parte anche ex poliziotto della stradale e un imprenditore. In tutto otto persone che sono uscite dal procedimento patteggiando la pena, mentre altri due imputati sono finiti davanti al collegio.

È comparso oggi in tribunale, in particolare, un brasiliano, difeso dall’avvocato Francesco Gallo, che per la procura perugina sarebbe il collegamento con un vigilantes per sottrarre denaro che un istituto di vigilanza privata prelevava da grandi supermercati e bancomat. Gli ammanchi sarebbero quelli registrati di alcuni supermercati di Castiglione del Lago: bottino da circa 80mila euro.

Il brasiliano secondo le indagini avrebbe avuto il ruolo di collaboratore nella fase di preparazione del colpo, avendo provveduto a fare duplicazione delle chiavi di apertura dell'autovettura della vigilanza umbra per rubare i plichi e di un tentato colpo a Perugia tra maggio e giugno 2016, ai danni dello sportello bancomat di un centro commerciale.

Il brasiliano sarebbe implicato anche nel traffico di droga da Napoli. Carichi di hashish per rifornire il capoluogo umbro. Tre camorristi, finiti poi agli arresti domiciliari, avrebbero avuto l’incarico di recuperare un carico di droga o il corrispettivo in denaro che il ragazzo brasiliano aveva trasportato con un conoscente.

Lo straniero sarebbe stato minacciato e costretto a salire in auto, colpito alla testa e al corpo, e derubato dell’auto, trasportata fino a Napoli per utilizzarla, secondo la Procura, come forma di garanzia per la riscossione della somma o per la restituzione della sostanza stupefacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento