menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il marito nasconde in casa un carico di droga e anche la moglie finisce nei guai: assolta dal giudice

In casa furono ritrovati sei chili di marijuana e la coppia fu arrestata. L'uomo patteggiò la condanna a due anni e sei mesi di reclusione, per la moglie è stata emessa oggi la sentenza di "non luogo a procedere"

E' stata assolta per "non luogo a procedere" questa mattina dal gup D'Andria, una quarantenne di origini albanesi (in Italia da trent'anni) finita nei guai dopo un blitz delle forze dell'ordine. Per la donna, difesa dall'avvocato Salvatore Adorisio, era stato convalidato l'arresto, ma rimessa in libertà dopo tre giorni per insussistenza di prove a suo carico.

Siamo nel 2014, in provincia di Perugia. In casa, occultata in una stanza "segreta" non utilizzata dalla famiglia, e con una porta di uscita indipendente dal resto dell'abitazione, era stato rinvenuto un ingente quantitativo di sostanza stupefacente, ben sei chili di marijuana. A finire nei guai sia il marito (che ha patteggiato la condanna a due anni e sei mesi di reclusione) che la moglie, che ha sempre ribadito la sua estraneità al fatto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento