menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Occupano uno stabile abbandonato e installano un laboratorio per il taglio della droga, denunciati

Operazione della Polizia in via Pievaiola che ha sgomberato un immobile utilizzato come rifugio da spacciatori

Gli agenti delle Volanti della Questura di Perugia hanno scoperto un laboratorio per il confezionamento delle dosi di droga, realizzato in uno stabile occupato da due stranieri lungo la via Pievaiola nel comune di Perugia.

La casa era usata come alloggio di fortuna da diversi cittadini extracomunitari senza fissa dimora. Un mese fa erano anche scoppiato un incendio dopo che qualcuno aveva dato fuoco a della legna per riscaldare una stanza.

Una volta entrati nell'immobile gli agenti hanno trovato due persone che dormivano su due materassi per terra, tra rifiuti di ogni genere.

I due, tunisini di 36 e 33 anni, sono risultati senza fissa dimora e uno dei due non in regola con le leggi sull’immigrazione. Gli agenti della Squadra Volante, Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, diretto dal Commissario Monica Corneli, hanno trovato anche residui di consumo di sostanze stupefacenti e l'attrezzatura necessaria.

Accanto ai materassi tutti gli strumenti necessari al taglio e al confezionamento della droga, tra cui un bilancino di precisione, sostanze da taglio, carta stagnola. Rinvenuti anche 3 grammi di marijuana e hashish.

I due uomini sono stati denunciati per il reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e per invasione di edifici avendo abusivamente occupato lo stabile.

Per entrambi i soggetti, risultati irregolari nel territorio ed in particolare, il 36enne, inottemperante ad un decreto di espulsione, sono state avviate le pratiche per la loro espulsione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento