Cronaca

Beccato con la droga su una panchina: arresto convalidato, ma subito in libertà

L'hashish è risultata di pessima qualità, per il giudice non c'era prova dello spaccio, ma solo del possesso. L'arrestato chiede di evitare il processo con i lavori di pubblica utilità

Beccato con la droga, pure si scarsa qualità, confessa tutto al giudice e chiede di poter svolgere lavori di pubblica utilità per non incorrere nella condanna penale. Il giudice convalida l’arresto e lo rimette in libertà, riqualificando il reato nella misura più lieve del semplice possesso.

Il giovane, difeso dall’avvocato Francesca Pasquino, è stato arrestato dalla Polizia di Stato della Questura di Perugia, a seguito della segnalazione di alcuni cittadini del quartiere di San Sisto che avevano notato un movimento sospetto nei pressi di una panchina.

I poliziotti della Volante avevano sorpreso due ragazzi seduti proprio su una panchina; uno di questi stava cercando di nascondere degli involucri che poi si p scoperto contenevano hashish. Dalle analisi è emerso un principio attivo di appena l’1%, quindi di bassissima qualità.

Il giovane è stato trovato in possesso di altri 18 involucri, ma al giudice ha assicurato che erano per uso personale, al massimo per consumare la droga con amici, ma che non la rivendeva. Anche sul confezionamento non sapeva che dire, se non che gli avevano venduto l’hashish in quel modo.

Pur non essendo il quantitativo compatibile con il solo consumo personale, il giudice ha ritenuto che non vi fossero gli estremi per contestare lo spaccio, quindi ha convalidato l’arresto, ma rimesso in libertà il giovane, la cui posizione sarà decisa in seguito con l’istituto della messa alla prova.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccato con la droga su una panchina: arresto convalidato, ma subito in libertà

PerugiaToday è in caricamento