Oltre cento ovuli di droga in casa, altri "nascosti" nella pancia: 30enne condannata

Il blitz lo scorso marzo in un appartamento a Perugia. Arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, oggi è stata condannata a tre anni e sei mesi

Immagine d'archvio

Oltre cento ovuli di droga in casa e 50 grammi di eroina nello stomaco.Con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio, una trentenne originaria della Nigeria è stata condannata questa mattina a tre anni e sei mesi di reclusione a seguito di patteggiamento.

Il blitz delle forze dell'ordine nell' appartamento in uso all'indagata a Perugia, era scattato lo scorso marzo; durante la perquisizione da una scatola occultata all'interno della lavatrice saltarono fuori 76 ovuli, "marchiati" con delle lettere e contenenti oltre 850 grammi di eroina, altri 14 ovuli contenenti circa 200 grammi di cocaina e così via, per un totale di 102 involucri (per oltre un chilo di droga) pronti per essere poi smerciati nelle piazze dello spaccio. Anche all'interno del suo stomaco fu ritrovata altra droga: la donna aveva ingoiato quattro ovuli contenenti 50 grammi di eroina. Inevitabile, per lei, l'arresto. Ora sconterà la sua pena in carcere. La donna è difesa dall'avvocato Cristian Giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 17 novembre: tutti i dati comune per comune

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento