menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Cliente" minacciato per i debiti di droga e aggredito, giovane spacciatore alla sbarra: condannato

Un giovane umbro ha patteggiato a un anno e otto mesi per spaccio di sostanze stupefacenti. Avrebbe anche minacciato e aggredito gli acquirenti debitori per farsi consegnare i soldi

Droga, spaccio, estorsioni nei confronti degli “clienti”creditori. Questa mattina, dinanzi al giudice D’Andria, un giovanissimo umbro (difeso dall'avvocato Valentina Alunni) ha patteggiato a un anno e otto mesi con pena sospesa per spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione. In particolare, secondo le indagini coordinate dal sostituto procuratore Massimo Casucci e in cui risultano indagati altri tre giovani, il perugino avrebbe ceduto a “credito”  e in varie occasioni a un acquirente circa cinque chili di marijuana e hashish (in quantitativi variabili tra i 100 e 500 grammi ad ogni cessione) a Perugia dal marzo 2016 alla fine di marzo 2017.

Insieme a un altro giovane, "mediante violenza e minaccia" avrebbe costretto un cliente a consegnare alcune somme di denaro accumulate nel corso del tempo per far fronte al pagamento dello stupefacente, tanto da arrivare a sotrarre il portafogli al cliente debitore. Il tutto con reiterare minacce anche tramite messaggi su Facebook e  lesioni personali

Sono stati i carabinieri di Corciano a monitorare nel corso del tempo numerosi episodi di cessione di sostanza stupefacente da parte degli indagati, alcuni avvenuti anche all'interno delle abitazioni e le conseguenti condotte estorsive volte al recupero dei crediti di cessione della droga. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento