rotate-mobile
Cronaca Corciano

E' ai domiciliari, ma continua a spacciare, tra i suoi clienti anche tre perugini: 43enne in manette

Era stato già fermato lo scorso 10 marzo con 70 grammi di eroina nascosti nell'orifizio anale. Nonostante i domiciliari, aveva ripreso a spacciare in casa

Nonostante fosse ai domiciliari, aveva ripreso - come se nulla fosse -  a spacciare. Ma questa volta, per un 43enne di origini tunisine, si sono spalancate le porte del carcere. E’ stata la squadra Mobile di Perugia ad arrestare l’uomo, con a carico già diverse condanne per spaccio, già fermato lo scorso 10 marzo dopo che gli agenti lo avevano trovato in possesso di ben 70 grammi di eroina pura, occultata nell’orifizio anale.

Ristretto ai domiciliari a Ellera di Corciano, aveva da subito a ripreso a spacciare, con l’unica “accortezza” di ricevere in casa gli acquirenti e non per strada. Dopo un’attenta osservazione e controllo, la squadra Mobile è riuscita ad individuare quattro clienti, tutti umbri (un ternano e tre perugini) che avevano acquistato dal 43enne altrettante dosi di eroina.

Inevitabile, a quel punto, il blitz a casa dello spacciatore: ritrovate e sequestrate venti dosi di eroina, una di cocaina e mannitolo-sostanza da taglio (per un totale di oltre 20 gr di stupefacente), e denaro contante, provento della sua attività illecita. L’uomo è stato spedito in carcere, a disposizione dell’Autorità giudiziaria. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' ai domiciliari, ma continua a spacciare, tra i suoi clienti anche tre perugini: 43enne in manette

PerugiaToday è in caricamento