menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga dalla Spagna nascosta nelle auto, banda di trafficanti sotto processo

Udienza d'appello per gli imputati che sperano in una riduzione di pena. In primo grado pene da 6 ad 1 anno di reclusione

La droga arrivava dalla Spagna nascosta nelle auto. Pacchi di diversi chili ogni volta e una capillare rete di spaccio che raggiungeva Perugia, Foligno e Spoleto. Un traffico che è costato condanne pesanti: da 6 ad 1 anno di reclusione. Adesso gli imputati ricorrono in appello per cercare di ridurre la pena.

Le accuse mosse dalla Procura di Perugia erano pesanti, in origine c’era il traffico transnazionale e l’associazione per delinquere, a partire dall'acquisto, detenzione, trasporto e cessione di ingenti quantitativi di hashish. A capo del presunto clan, un italiano con il ruolo di organizzatore e poi una serie di collaboratori, impegnati nel trasporto, nelle ricezione e consegna dello stupefacente e del denaro dato dagli acquirenti.

I carabinieri erano riusciti a intercettare un primo carico importante di droga, individuando un corriere in una stanza di un albergo perugino e poi nel piazzale aveva assistito allo scambio di droga: 25 chili di hashish nascosti all'interno di un’autovettura.

Gli imputati sono difesi dagli avvocati: De Petris, Paccoi, Panzarola, De Petris, Nannarone, Mattiangeli, Bochicchio, Libori, Crisi. L'udienza è stata fissata per venerdì 28 febbraio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento