menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Beccata alla stazione con tre chili di droga in borsa: 62enne condannata

La donna era stata fermata dagli agenti alla stazione di Fontivegge, in borsa nascondeva tre chili di hashish per il mercato della droga di Perugia

Una donna di 62 anni originaria della Romania, è stata condannata con rito abbreviato questa mattina dal giudice del Tribunale di Perugia a due anni di reclusione (pena sospesa) per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente. La 62enne era stata fermata a giugno del 2016 dagli agenti della squadra Mobile alla stazione ferroviaria di Fontivegge; alla vista dei poliziotti, la donna consegnò direttamente la droga ammettendo di averla ricevuta a Firenze da un magrebino, su incarico di un altro nordafricano e con la promessa di ricevere 300 euro se l'avesse portata a Perugia. Dentro la borsa, cinque panetti avvolti con nastro da pacco contenente cinque barrette, per un totale di oltre tre chili di hashish. 

Fermato per un normalissimo controllo: 57enne arrestato e condannato a un anno e mezzo di carcere

La donna, a causa delle sue precarie condizioni di vita, dovute soprattutto alla mancanza di un lavoro, decise così d accettare "l'incarico" e da Firenze arriva a Perugia con il carico direttamente occultato in borsa. Nonostante abbia dichiarato come la sua funzione sia stata solo quella di un "semplice" corriere, non offrì agli inquirenti nessun dato, indirizzo o cognome del presunto contatto perugino al quale avrebbe dovuto consegnare la droga, facendole assumere, di fatto, "un atteggiamento di chiara complicità". Per lei si aprirono dunque le porte del carcere di Capanne e oggi la condanna con rito abbreviato a due anni. La donna è difesa dall'avvocato Vincenzo Bochicchio del foro di Perugia.  

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento