menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dottoressa umbra insulta i migranti su Facebook, scatta il provvedimento disciplinare

L'assessore regionale Barberni: "Frasi razziste assurde e vergognose. Subito le verifiche"

Scatta il provvedimento disciplinare per la dottoressa del Pronto Soccorso dell'ospedale di Spoleto dopo il commento choc sui migranti postato su Facebook, che "andrebbero annegati a largo". L'assessore regionale alla Sanità dell'Umbria, Luca Barberini, spiega: "Ho appreso con sgomento le assurde e vergognose farsi razziste, diffuse attraverso i social network, da un medico in servizio presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Spoleto".  

Post choc contro i migranti, la difesa della dottoressa: "Non l'ha scritto lei, minacciata di morte"

E ancora: "Ho chiesto ai vertici della Usl Umbria 2 di fare immediatamente le verifiche del caso, attivando tutti i percorsi normativi previsti. La Direzione aziendale ha già avviato un procedimento disciplinare e sarà un’apposita commissione a valutare gli aspetti sanzionatori".

Secondo l'assessore: "affermazioni di questo genere, che non rispettano la dignità delle persone, non sono mai tollerabili e risultano ancora più gravi se fatte da chi ricopre certi ruoli e dovrebbe essere impegnato a garantire un servizio pubblico essenziale, come la tutela della salute". 

Lo screenshot del commento razzista è arrivato fino alla blogger e giornalista Selvaggia Lucarelli, che lo ha rilanciato su Twitter. 

Il post della dottoressa è questo: "Io credo che i diritti umani siano quelli dei poveri anziani abbandonati, o, vuoi parlare di africani, quei poveri bambini che muoiono di fame davvero, denutrici, cachettici. Non esistono diritti umani per quattro negracci che ci invadono e arrivano con Nike e tute firmate e trippe piene, so con la scabbia ma per chissà quali violenze perpetuate. Solo un errore viene ad ora commesso: andrebbero annegati al largo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento