menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dossier Sla in Umbria: i fondi a disposizione, i malati, i costi e l'assistenza che verrà

"Le risorse non sono sufficienti a coprire tutte le necessità ma nemmeno scarse": il bicchiere è mezzo vuoto in fatto di risorse umbre da destinare ai malati di sla dell'Umbria. La valutazione porta la firma dei vertici delle aziende ospedaliere di casa nostra che hanno presentato un dossier sulla situazione dei malati di sla dopo la richiesta di spiegazioni da parte del consigliere regonale Squarta: "I 10 milioni del budget per la Sla servono sia per il mantenimento dei servizi che a sostenere economicamente i pazienti. Nel primo semestre del 2015 sono stati erogati per i malati di sla assegni di sollievo per 278mila euro e 391.728 euro sono stati impiegati per i malati gravissimi. Esiste una classificazione in tre stadi sulla base della gravità della malattia”. 
 
“Per quanto riguarda il contributo annuale di 50mila euro della Regione – hanno spiegato – viene impiegato per il funzionamento del Centro, che si avvale di assistenza sociale e sanitaria. Ovviamente, trattandosi di un ospedale, l'assistente sociale serve anche gli altri pazienti. Un terzo dei 50mila euro servono per i medici, poi c'è l'assistenza a domicilio. La fisioterapia è delegata al territorio perché nell'azienda ospedaliera non c'è Fisiatria, mentre le Asl hanno ottimi centri dedicati, come a Passignano e a Ponte San Giovanni. Il Centro serve per la diagnosi di malattie rare, quale è la Sla, e ha quindi funzioni di certificazione e presa in carico del paziente". In Umbria i malati sono così distribuiti: 51 presso l'Azienda ospedaliera di Perugia, 23 a Terni, 6 a Foligno e 6 a Città di Castello. 

"In una regione come la nostra, che non ha i centri 'Nemo' come nei grandi ospedali di Milano e Roma, che sono però gestiti a carico delle onlus che si sostituiscono al pubblico, quello che serve – hanno concluso – è maggiore fluidità nella presa in carico, un maggiore raccordo e unificazione del percorso con le aziende territoriali. Stiamo lavorando su questo”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento