rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Doppia truffa con la carta postepay di un altro, ma la vittima ritira la querela: assolti

Sotto processo due persone accusate di aver finto di acquistare un oggetto online e di essersi fatti ricaricare la carta

Doppia truffa con il trucco dell’acquisto online, ma che invece diventa un modo per ricaricare la carta postepay.

Due persone, un 30enne e 48enne, difese dagli avvocati Alessia Arcangeli e Silvia Serangeli, sono finite sotto processo per truffa.

I due erano accusati di aver “in concorso tra loro” risposto ad un annuncio in un sito di compravendita, con l’intenzione di volere acquistare un verricello.

Al telefono avrebbero dato istruzioni al venditore su cosa doveva fare allo sportello bancomat. Istruzioni che portavano la vittima, invece che a farsi accreditare la somma corrispondente al prezzo di vendita, a fare 4 ricariche per 1.600 euro sulle carte postamat dei due imputati.

Nel corso del processo, però, è emerso che l’imputato più giovane, si è ritrovato nei guai perché aveva consegnato la sua carta postepay all’amico e questa era stata utilizzata per commettere diverse truffe online con lo stesso sistema.

La vittima, che si era in principio parte civile tramite avvocato Giuseppe Sereni, ha poi deciso di ritirare la querela.

In conseguenza il pubblico ministero ha chiesto non doversi procedere per remissione querela. Il giudice ha prosciolto l’imputato di 48 anni per intervenuta remissione di querela, mentre ha assolto il più giovane per non aver commesso il fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppia truffa con la carta postepay di un altro, ma la vittima ritira la querela: assolti

PerugiaToday è in caricamento