Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Dopo inchieste e cambi al vertice, l'Università per Stranieri è ripartita e va a caccia di studenti: accordo con l'Uzbekistan

Attualmente l’Ateneo uzbeko conta 330 studenti impegnati nello studio dell’italiano

L'Università per Stranieri di Perugia continua a guardare in oriente per attire studenti ed esportare l'insegnamento della cultura e della lingua d'Italia. Questa mattina il rettore Valerio De Cesaris ha firmato un protocollo di collaborazione Alisher Sakhibovich Abidjanov, prorettore dell’Ateneo uzbeko, il quale era accompagnato da Jasurbek Khudayberdiev, docente d’italiano ed ex studente dell’Università per Stranieri di Perugia. Una carta che avvicina Perugia all'Università delle Lingue Mondiali dell'Uzbekistan.

L'Università delle Lingue Mondiali dell'Uzbekistan è una tra i più prestigiosi Atenei del paese asiatico ed è costituita, di fatto, dall’unione di due centri universitari: il Tashkent State Pedagogical Institute of Foreign Languages e il Republican Pedagogical Institute of Russian Language. Conta oltre nove mila  studenti complessivamente impegnati  nello  studio  delle  lingue  europee  ed asiatiche, perlopiù iscritti a percorsi di laurea di primo livello, fra cui il bachelor in filologia e lingua italiana.

Attualmente l’Ateneo uzbeko conta 330 studenti impegnati nello studio dell’italiano all’interno del Dipartimento di Traduttologia delle lingue romano-germaniche e nell’anno accademico corrente ha immatricolato 65 studenti nel settore dell’italianistica. Il protocollo di collaborazione firmato oggi è finalizzato all’incremento delle iniziative formative legate alla lingua e alla cultura italiana presso la prestigiosa Università uzbeka, oltreché all’interscambio scientifico e didattico fra i due atenei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo inchieste e cambi al vertice, l'Università per Stranieri è ripartita e va a caccia di studenti: accordo con l'Uzbekistan
PerugiaToday è in caricamento