rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Dopo il permesso premio, torna in carcere con l'hashish: scoperto e denunciato

Intervento della polizia penitenziaria nel carcere di Capanne. La segnalazione di Uilpa: "Importante risultato nonostante le difficoltà"

È tornato da un permesso premio di 13 giorni con dell’hashish nascosto nelle parti intime. È stato bloccato dalla polizia penitenziaria all’ingresso del complesso penitenziario di Capanne, a Perugia e, quindi, denunciato. Lo rende noto Angelo Romagnoli della segreteria regionale della Uilpa. Gli uomini della polizia penitenziaria del capoluogo umbro, sotto la direzione del comandante di reparto Concetta Meglio, hanno bloccato sul nascere il tentativo di introdurre droga nel carcere nell’ambito delle attività di contrasto e prevenzione specifica, insospettiti del comportamento nervoso ed insolito del detenuto. Sono tutt’ora in corso accertamenti. Romagnoli parla di “grande risultato ottenuto” in relazione a una violazione “che avrebbe potuto compromettere non solo l’ordine e la sicurezza all’interno dell’istituto, ma avrebbe comportato ricadute negative anche sotto il profilo della tutela della salute di tutti i reclusi eventualmente coinvolti nella vicenda”. “Risultati ampiamente positivi nonostante le precarie condizioni operative nelle quali opera il personale dovute alla cronica carenza di organico espletando turni di servizio a dir poco massacranti che raggiungono, a volte, anche 16 ore consecutive. Confidiamo nell’ Amministrazione centrale, sollecitata anche nei giorni scorsi dall’assemblea legislativa della Regione Umbra per una improcrastinabile assegnazione dei neo-agenti provenienti dal corso di formazione che avrà termine tra pochi giorni, con l’auspicio che i vertici dipartimentali riescano a comprendere i disagi nei quali i poliziotti di Perugia sono costretti ad operare” conclude il rappresentante sindacale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il permesso premio, torna in carcere con l'hashish: scoperto e denunciato

PerugiaToday è in caricamento