Cronaca

Ferite troppo gravi, è morta la donna rimasta ustionata ad Assisi

Le condizioni hanno impedito che venisse trasferita al Sant'Eugenio di Roma presso il centro grandi ustionati. La famiglia ha già presentato una denuncia

Non ce l’ha fatta la donna trasferita dall’ospedale di Assisi a quello di Perugia nella mattinata di sabato dopo che era rimasta ustionata dalle fiamme sprigionate dalla vestaglia.

Troppo gravi le ustioni per circa l’80 per cento del corpo, di II e III grado, condizioni tanto gravi da non essere trasferita in un centro specializzato.

Donna ustionata mentre fuma una sigaretta

La donna è deceduta nella tarda mattinata di oggi, lunedì 4 novembre, nella struttura delle Rianimazione. E’ stata la stessa direzione medica ad averne notizia dai medici in servizio presso la stessa struttura.

I familiari della donna hanno già sporto una denuncia al Posto fisso di Polizia affinché vengano svolti accertamenti sull'incidente.

La denuncia dei familiari

Secondo la ricostruzione dei fatti la donna, ricoverata ad Assisi, si sarebbe portata sul balcone per fumare una sigaretta. Il mozzicone avrebbe incendiato la vestaglia (o il pigiama) e le fiamme avrebbero avvolto la signora, provocando le gravissime ustioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferite troppo gravi, è morta la donna rimasta ustionata ad Assisi

PerugiaToday è in caricamento