Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

La storia del coraggioso prete - inventore: Perugia dedica un'area verde alla memoria di questo grande perugino

Parroco della popolosa frazione perugina per oltre mezzo secolo, era un sacerdote dalle idee forti. Esperto di radiofonia, da autodidatta, brevettò un considerevole numero di invenzioni, alcune delle quali adottate dall’industria

Sabato 25 novembre, alle 11:30, si celebra l’intestazione, al nome e alla memoria di don Remo Palazzetti, dell’area verde  tra il  CVA e il complesso scolastico di Ponte Felcino. Sulla figura di don Remo (1902-1993) Perugia Today ha già avuto modo di soffermarsi. Parroco della popolosa frazione perugina per oltre mezzo secolo, era un sacerdote dalla barra dritta e dalle idee forti. Esperto di radiofonia, da autodidatta, brevettò un considerevole numero di invenzioni, alcune delle quali adottate dall’industria.

Fu lui a convertire la sala da ballo della Società Filarmonica in cinema (Eden), realizzando da solo la macchina per le proiezioni. Appena giunse il sonoro, progettò e costruì due potenti altoparlanti per corrispondere all’avanzamento tecnologico della cinematografia. Fu anche in carcere, per aver aiutato dei giovani a non ottemperare alla coscrizione obbligatoria della Repubblica Sociale.

Fu democristiano-anticomunista fino all’osso e alcuni gli rimproverarono di essersi opposto alla continuazione della tradizione del Carnevale, per l’eccessivo allentamento dei costumi e l’abuso di bevande alcooliche. Oltre a vedere poco di buon occhio le manifestazioni politiche della sinistra.

Coraggioso fino all’incoscienza, si oppose al proposito dei Tedeschi di minare la centrale idroelettrica sul Tevere, fonte di energia per lo storico Lanificio Guelpa e per l’ospedale Policlinico di Monteluce. È grazie al suo irrefrenabile attivismo che venne ricostruita a tempo di record, nell’ottobre 1952, l’attuale chiesa parrocchiale. Fu discepolo ante litteram di Padre Pio, quando questi era ancora guardato con  sospetto dalle gerarchie ecclesiastiche.

Insomma: un uomo “contro”, sempre dalla parte dei paesani e della fede. Merita, perciò, di essere ricordato. Questa giusta intestazione gratificherà quanti ne hanno apprezzato la complessa personalità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia del coraggioso prete - inventore: Perugia dedica un'area verde alla memoria di questo grande perugino

PerugiaToday è in caricamento