Si apposta sotto casa della ex, filma i suoi movimenti e la riempie di insulti: scatta il divieto di avvicinamento

Condotte persecutorie sfociate anche, in alcuni casi, in lesioni personali. Parole oscene, messaggi con lo stesso tenore inviati ripetutamente al cellulare della donna e appostamenti sotto casa

Insulti e minacce nei confronti della ex. Condotte persecutorie sfociate anche, in alcuni casi, in lesioni personali. Parole oscene, messaggi con lo stesso tenore inviati ripetutamente al cellulare della donna, appostamenti sotto casa. Un incubo terminato con la decisione del giudice del tribunale di Spoleto, su richiesta della procura, di vietare all’indagato di avvicinarsi alla ex e al figlio, e ai luoghi da loro frequentati.

Siamo a gennaio di quest’anno quando l’uomo, in una occasione, filma e fotografa i movimenti della ex compagna dopo essersi fermato sotto casa sua. Passa un mese ed ecco che, dopo averle rivolto epiteti e insulti, la colpisce alle gambe per poi scaraventarla contro il muro e cagionarle ferite giudicate guaribili in 12 giorni. Tra gli episodi contestati all’indagato (protratti da gennaio fino ad agosto) c’è anche quello di aver suonato il citofono di casa della ex nel cuore della notte, ripetutamente, anche in quel caso apostrofandola con parole volgari e brutali. Una presenza costante e “ingombrante”, quella denunciata dalla donna. In un altro episodio si sarebbe presentato questa volta a casa dell'attuale compagno della ex e, una volta in auto, avrebbe tentato di targliargli la strada. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ancora mail di insulti, messaggi continui sulla chat, minacce. In tribunale è ancora pendente un procedimento per reati analoghi, ma intanto la donna è stata costretta a presentare una nuova denuncia per i comportamenti dell’ex che gli sono valsi, da parte del gip del tribunale di Spoleto, un’ordinanza di applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento