menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disordini a Perugia, task-force contro i clan dello spaccio: controlli, espulsioni e tolleranza zero su alcol

E' questa la strategia emersa in Prefettura nel corso del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica

Espulsioni, controlli mirati delle forze dell'ordine su tutto il centro storico e controlli anti-alcol. E' questa la strategia emersa in Prefettura - nel corso del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica - dopo i disordini, le risse, gli atti vandali messi in atto dai clan della spaccio che stanno rialzando la testa dopo un periodo di semi-tregua.

"Al fine di assicurare sempre più elevati livelli di sicurezza, è stato convenuto  di rafforzare le attività di prevenzione e contrasto dei fenomeni di illegalità e di degrado. Verranno immediatamente programmati capillari, costanti servizi straordinari di controllo del territorio, da effettuarsi a cura di tutte le Forze di Polizia nonché con il concorso della Polizia Provinciale e della Polizia Municipale, che interesseranno le aree ritenute maggiormente a rischio per quanto concerne soprattutto lo spaccio di sostanze stupefacenti".

A questa strategia si affiancheranno i controlli di carattere amministrativo sugli esercizi commerciali, "volti ad accertare il rispetto delle vigenti disposizioni, in particolare in materia di vendita e somministrazione di alcolici". Dalla Prefettura arriva la conferma della massima celerità per le espulsioni di clandestini e stranieri pregiudicati. "Dal 1° giugno, sono stati finora adottati complessivamente 62 provvedimenti prefettizi di espulsione di stranieri irregolari". Ben venti al mese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento